Cogito Ergo Sum

Non è mai troppo tardi per realizzare i tuoi sogni nel cassetto e io sto realizzando il mio che ho accantonato 40anni fa. Finalmente scrivo dopo che ho fatto la chef, la guida a cavallo e la mamma a tempo pieno, e la sto ancora facendo. Che dire... la mia biografia ancora non riesco a scriverla.
Lunedì, 20 Febbraio 2017 15:58

Su di Me

Mamma, scrittrice, blogger e sperimentatrice, ho sempre la Nikon in borsa, amo i viaggi ma non viaggio per pigrizia.

Ho un'insana passione per i libri e sono affetta da tre rare malattie:

 

- Acquisto compulsivo di libri

- Cucinomania

- Sindrome della chioccia

 

Le due si possono riassumere semplicemente in "amore incondizionato verso i libri" e "sprezzo totale della linea".

La terza, che è la più difficile da spiegare ve la dico in due parole, si fa per dire: “Amore incondizionato per i bimbi e gli animali.” 

 

Il bello di avere due blog, “Villacidro.Biz” e “RitaPinna” è che non sai dove pubblicare le ricette, le foto etc.

Se siete arrivati fin qui vi ringrazio, probabilmente mi sopportate da una vita. Vi ringrazio per commenti e like e spero di soddisfarvi con i contenuti dei miei blog.

 

Quando non scrivo cucino e quando non creo faccio fotografie.

Tra un articolo e l’altro dei blog cerco di dare forma al mio terzo libro, anche se dovrebbe essere il quinto, ma non metto in conto i racconti.
Tra le poche cose che ho capito in questi cinquanta e più anni è che la vita è troppo breve per rimuginare e incavolarsi, quindi la mia regola di vita è essere sempre allegri, male che vada porti una ventata di serenità a chi purtroppo non riesce ad esserlo facendo del bene anche a me.

 

Vi voglio bene, a chi conosco e a chi non piaccio, ma anche voi servite!

Pubblicato in Redazione
Sabato, 18 Febbraio 2017 14:00

I Giganti del Linas, gli Dei del Tempo

L'autrice de I Giganti del Linas, Rita Pinna, è una appassionata lettrice di fantasy e ama l'archeologia della Sardegna.Poichè non trovava libri da leggere che unissero queste due passioni, ha provato a scriverne uno lei.

Così, una pagina dopo l'altra, personaggio dopo personaggio, è nato I Giganti del Linas Tre ragazzi, che durante lo svolgersi della trama diventano quattro, e una archeologa si trovano in mezzo a misteriosi avvenimenti.

Assistiamo all'arrivo dei cattivi, come Puxeddu, scopriamo l'ambivalente Melqart, ci affezioniamo al buon vecchio saggio Ladreddu, e altri personaggi entrano di volta in volta in gioco a complicare la trama.

I protagonisti vivono una serie scoppiettante di emozioni e avventure, in un viaggio che è contemporaneamente sia fisico che interiore, alla ricerca della proprie radici.Sullo sfondo, protagonista a modo suo, la vecchia Villacidro, i monti e le valli circostanti, le figure misteriose delle Janas, e tanto altro, fino al colpo di scena finale.Adesso la parola, come sempre, passa ai lettori.

Luciana Ortu